Home » News » Come sono fatte le porte interne? 4 differenti materiali tra cui scegliere

Come sono fatte le porte interne? 4 differenti materiali tra cui scegliere

In laminato

Le porte interne economiche che potete trovare sul mercato per risparmiare un po’ su questa spesa sono quelle realizzate con il laminato, si tratta di un prodotto che deriva dalla lavorazione del legno. In questo caso, l’anima delle porte è realizzata con il legno truciolare e la parte più esterna del rivestimento è realizzata con un prodotto vinilico che viene stampato per riprodurre effetti diversi tra cui trovare quello che fa al caso vostro. Le venature del legno sono realizzate in questo modo e le colorazioni possibili sono davvero tantissime, anche quelle meno naturali come il grigio nuvola.

Di legno

Il top della gamma per quanto riguarda le porte di casa interne è il legno, un materiale che ha moltissimi vantaggi grazie alla sua naturalezza. La crescita dell’albero negli anni è quella che crea le bellissime venature e sfumature di colore, le quali dipendono dal tipo di essenza che si sceglie: frassino, teak, quercia, rovere, faggio, quercia canadese, pino etc. Va tenuto conto che le porte così realizzate però non sono molto economiche e la spesa per installare tutte le porte di casa diventa un po’ alta rispetto ad altre alternative.

In vetro

Un materiale che può essere usato per realizzare le porte interne economiche è il vetro. In questo caso, il vetro perché non si infranga viene stratificato così da resistere e senza problemi a urti e forti sollecitazioni. Una porta realizzata con il vetro però è meglio che venga installata solo una volta, magari in sala o in corridoio e non su tutte le aperture altrimenti l’effetto potrebbe risultare troppo pesante. Il vetro può essere decorato con dei motivi a scelta per maggiore personalizzazione.

Mix di materiali

È anche possibile avere delle porte interne che sono realizzate con un mix di materiali. Le soluzioni più belle sono quelle di legno con delle parti in vetro che vanno bene per la cucina, per esempio. molto spesso si opta per una struttura in legno che poi viene completata dal vetro, opaco o trasparente che sia.