Home » News » La classifica di serie A: il Milan settimo fuori dalle coppe europee

La classifica di serie A: il Milan settimo fuori dalle coppe europee

La classifica di serie A vede tornare capolista l’Inter di Spalletti a quota 40 punti, seguita dal Napoli a distanza di un solo punto. Terza invece la Juventus di Massimiliano Allegri, vincitrice degli ultimi 6 scudetti del campionato italiano, che attualmente si attesta a quota 38 punti.

La zona Europa League si pare con la Roma di Di Francesco, quarta a 35 punti, seguita dalla Lazio a 3 lunghezze e dalla Sampdoria di Gimapaolo, sesta a quota 27 Punti.

Un Milan in ripresa ma alle prese con delicate questioni finanziarie

Il primo degli esclusi dalla zona Europa è il Milan di Gattuso, che attualmente è settimo a 24 punti.

La squadra, reduce dalla vittoria in campionato contro il Bologna e dal passaggio a quarti di finale di Coppa Italia contro l’Hellas Verona, ha ricevuto notizie poco confortanti da parte dell’Uefa: infatti da Nyon arriva la bocciatura circa il Volountary Agreement, ossia la proposta del club di aderire ai principi di Fair Play finanziario dettati dall’organismo federale europeo.

L’amministratore delegato Fassone ha parlato così alla testata nazionale La Repubblica circa le vicende finanziarie: “Per quello che posso sapere io, dopo aver parlato con i proprietari, il progetto di Yonghong Li e del suo gruppo cinese è estremamente lungo nel tempo.”

Resta tuttavia da risolvere il deficit di 120 milioni di euro della società, che stando alle parole di Fassone dovrebbe essere rinegoziato entro la prossima primavera.

La classifica di serie A: il Milan fuori dall’Europa e dai relativi introiti

La vera preoccupazione di tifosi e dello stesso amministratore delegato rimane invece la posizione della classifica da parte del Milan, che attualmente lo vede fuori dai giochi per un posto in Europa.

Ciò significherebbe, oltre che la delusione del popolo di fede rossonera, un ammanco di svariati milioni di euro nelle case della società, che vedrebbe il club di Via Aldo Rossi ricorrere a qualche cessione di mercato importante.

A tal proposito preoccupano le vicende di mercato riguardanti il giovane portiere Donnarumma, oggetto di possibili cessioni a gennaio in virtù della politica del proprio procuratore Mino Raiola, intenzionato a far valere i propri interessi nell’affare con il club rossonero.

Un cammino ancora lungo per uscire dalla crisi di risultati

A prescindere dalle questioni finanziarie e dalle possibili cessioni del calciomercato invernale, la classifica di serie A parla chiaro: infatti il Milan ha racimolato pochi punti fino ad ora e le prospettive del club, che prevedevano di attestarsi a una quota superiore ai 70 punti finali – un punteggio che darebbe accesso matematico alla prossima Champions League – dovranno essere per forza riviste, visto il ritmo impressionante delle prime tre classificate e delle relative inseguitrici.

Tuttavia la recente vittoria sul Bologna in campionato, lo spirito di Rino Gattuso e il ritrovamento di condizione di alcuni uomini chiave della rosa del Milan – su tutti quello di Jack Bonaventura – fanno ben sperare circa una possibile striscia di risultati positivi di qui al giro di boa del campionato.