Home » News » Profili in alluminio: come capire se sono l’alternativa giusta per le tue serrande

Profili in alluminio: come capire se sono l’alternativa giusta per le tue serrande

Hai deciso di cambiare le tue tapparelle e devi scegliere tra profili in alluminio o finiture in altro materiale? Rivolgerti a dei professionisti del settore che sappiano consigliarti la soluzione più adatta alle tue esigenze e alle reali necessità della tua casa può essere l’idea migliore. Ci sono dei fattori, però, che potresti valutare anche da solo prima di scegliere tra l’alluminio appunto ed altri materiali come il PVC o materiali plastici. A partire, certo, da una premessa: la maggior parte delle aziende che producono finiture di questo tipo hanno investito negli anni in ricerca e innovazione; la maggior parte dei prodotti che si trovano sul mercato per questo sono estremamente funzionali e sicuri; sono solo delle valutazioni di rapporto qualità – prezzo e di performance che li distinguono uno dall’altro.

 

Vantaggi e svantaggi dei profili in alluminio

Non ci sono, insomma, ragioni per essere schierati a priori dalla parte dei profili di alluminio o da quella delle tapparelle in plastica. Tanto più che, in entrambi i casi, sono disponibili sul mercato le soluzioni più diverse, adattabili a qualsiasi esigenza di spazio, stabilità della struttura, eccetera. Ci sono solo pro e contro da mettere sulla bilancia e da valutare nella maniera più accurata possibile – e accurata per sé e per le esigenze del proprio edificio, verrebbe da aggiungere. Nel caso dei profili per le tapparelle in alluminio, per esempio, tra i vantaggi da considerare c’è sicuramente una maggiore resistenza ai tentativi di effrazione. Quando si scelgono i sistemi di apertura, che sia per la propria abitazione o per il proprio ufficio non importa, una delle cose più importanti da considerare è infatti che tra i compiti che svolgono c’è quello, fondamentale, di contribuire alla sicurezza della casa: i profili in alluminio risultano in questo senso più robusti e resistenti, meno agili allo scasso. Non si può dimenticare, poi, che sono anche quelli che permettono un maggiore isolamento acustico della casa, almeno rispetto alle performance della media dei profili in materiale plastico, e ciò può essere anche molto rilevante quando l’edificio si trova in una zona molto trafficata o se si ha bisogno di ricreare un ambiente quanto più silenzioso possibile. Se stai cercando, poi, una soluzione che sia quanto più duratura possibile, l’alluminio è sicuramente la più indicata tra tutte le alternative: ha una buona resistenza, infatti, alle condizioni atmosferiche anche più avverse (come pioggia e grandine). Senza contare che, a livello estetico, la resa dei profili in alluminio è maggiore, specie in ambienti dalla forme e dalle architetture moderne. Tra gli svantaggi da tenere in considerazione c’è, invece, la non perfetta resa sotto il profilo dell’isolamento termico: se sei freddoloso o temi i rincari sulle bollette del riscaldamento faresti meglio a preferire insomma il PVC o altri materiali simili, l’alluminio infatti disperde più facilmente il calore e potrebbe non essere un buon isolante. Anche la questione prezzo, comunque, non è irrilevante: i profili in alluminio potrebbero costare di più, nonostante sia un investimento che va ammortizzato nel tempo.